I 7 segreti del successo di un sito

Dopo 25 anni esistono ancora segreti?

 Esistono solo per chi non li conosce

I 7 segreti del successo di un sito.

Migliaia di persone ti invitano ogni giorno a scaricare gratuitamente i loro 3 video per svelarti qualche presunta tecnica da loro inventata per ottenere ricchezza, salute o migliorare le tue relazioni.

Questi video a te non serviranno a nulla. Serviranno a loro per avere i tuoi dati e cercare poi, giorno dopo giorno, di farti avanzare nel loro funnel per venderti prodotti o servizi via via sempre più costosi.

Alla fine qualcuno si arricchirà davvero. Ma difficilmente questo qualcuno sarai tu.

Pensi davvero che dopo 25 anni di internet, dopo tutti i corsi, i libri ed i manuali che sono stati scritti sull’argomento, esistano ancora dei segreti non rivelati su come creare un sito di successo?

Pensi che esistano tecniche di marketing o di copywriting che qualche guru ha scoperto l’altro ieri e che muore dalla voglia di rivelarti con qualche video?

Se lo pensi, continua pure a pensarlo.

Ma allora, se non esistono più segreti, perché nel titolo ho scritto “I 7 segreti del successo di un sito”?

Molti non li conoscono

Perché anche se i “segreti” che mi accingo a rivelarti risalgono quasi tutti alla metà del secolo scorso, moltissime persone (e parlo anche di addetti ai lavori) non li conoscono.

Ma io non ho inventato nulla. Non c’è più nulla da inventare in questo settore.

Mi limito a mettere in pratica ed a insegnare ciò che ho imparato in 50 anni di lavoro nelle vendite e nel marketing, da alcuni corsi e dallo studio di un centinaio di libri sul direct marketing e sul copywriting scritti dai leggendari maestri americani.

L’elenco dei 13 (per me) migliori lo trovi qui: i 13 migliori libri da leggere per imparare a scrivere i testi per un sito

Che genere di consigli mi appresto a darti?

Si tratta dei consigli che dò ai professionisti che mi incaricano di creare un sito.

Non tutti li seguono, ma chi lo fa si ritrova in genere con un sito che procura visite, contatti e clienti, come si evince dalle testimonianze che molti clienti mi hanno inviato e autorizzato a pubblicare.

Le trovi qui: Testimonianze clienti

Prima di iniziare lascia però che ti dia 3 notizie. Una buona e 2 cattive.

Comincio con le cattive.

In questa guida non ti insegnerò a creare un sito da zero. Anche volendo, non ci riuscirei mai in una guida, e anche con un corso online avrei moltissimi problemi.

In 23 anni l’ho fatto solo un paio di volte, ed ha richiesto qualche mese e lo scambio di migliaia di messaggi.

Lo so che c’è chi dice di metterti in grado di creare un sito in 5 minuti. Se credi questo sia possibile, rivolgiti pure a loro e tanti auguri.

Se cerchi in Google “come creare un sito gratis in 5 minuti” troverai milioni di risultati. Non hai che l’imbarazzo della scelta.

La seconda notizia cattiva è che non tutte le attività possono trarre benefici da un sito web. Più avanti in questa pagina ti dirò quali sono.

Ed ecco la buona notizia.

Ciò che scoprirai leggendo questa guida, sono i 7 segreti che ti riveleranno COME scrivere i testi da pubblicare in un sito affinché i visitatori percepiscano che tu sei diverso dai tuoi competitor e perché dovrebbero contattare proprio te.

Vediamo ora quali sono questi “segreti”.

1. individua i desideri

Individua quali sono i desideri che il tuo prodotto o servizio è in grado di esaudire e chi sono i potenziali clienti. Come diceva Gary Halbert, hai bisogno di un popolo affamato.

Per approfondire leggi la pagina Bisogni, desideri e paure.

2. Fai una promessa UNICA e credibile

Fai una Promessa Unica e credibile già nel titolo della pagina, dell’articolo, del post o del volantino, e ampliala nel primo paragrafo.

Oggi gli utenti sono in una fase di sofisticazione molto spinta. Sono bombardati quotidianamente da migliaia di messaggi.

Sono abituati a sentirsi fare promesse che sanno non verranno quasi mai mantenute. E non vale solo per la politica. Vale per tutto!

Se negli anni ’60 bastava dire “il sapone xxxy ti lascia la pelle morbida” o “il dentifricio xyz fa splendere i tuoi denti”, oggi non basta più.

Oggi devi spiegare il perché. Devi dire che il risultato lo si ottiene per via di una formula esclusiva che contiene un certo elemento che agisce su.., ecc.. ecc..

Tutto questo vale anche se offri un servizio.

Vale se sei un avvocato, un medico chirurgo, un dentista, uno psicologo, un addestratore di cani, un tinteggiatore, un giardiniere, un serraturiere, un formatore, un commercialista, un insegnante di piano o di inglese. O un realizzatore di siti web.

Devi trovare un elemento che ti differenzi dai competitor, o che ti faccia percepire come diverso nella mente del cliente.

Esempi:

3. Proponi la tua formula esclusiva

Proponi e descrivi dettagliatamente la tua ESCLUSIVA soluzione per risolvere il problema (il meccanismo unico su cui si basa la tua proposta).

4. Mostra come si sentirà il cliente

Mostra come si sentirà il cliente dopo aver aderito alla tua proposta.

5. Prova che la tua soluzione funziona

Dimostra che la tua soluzione funziona con testimonianze di clienti o citando articoli di esperti

6. Riassumi i benefici per il cliente

Riassumi i vantaggi ed i benefici in un elenco puntato o numerato.

7. Fai l’offerta e giustifica il prezzo

Non importa se il tuo prezzo è più alto o più basso di quello praticato dei tuoi competitor. In ogni caso DEVI giustificarlo.

Quasi tutti sono convinti che un prezzo vada giustificato solo se è più alto rispetto a quello praticato dai concorrenti. Non è così. Il prezzo devi giustificarlo ANCHE se è più basso.
Vediamo alcuni esempi:

Se il costo medio di un corso in aula di copywriting è di 3.000 euro e io ne chiedo 12.000, devo giustificare il motivo. Se chiedo 500 euro devo comunque giustificare il motivo di un prezzo decisamente più basso della norma. Se non lo faccio, penseranno che il mio corso vale molto di meno degli altri.

Se un avvocato o uno psicologo chiede 20 euro per una consulenza online mentre quasi tutti ne chiedono 50, è indispensabile che spieghi il motivo di una tariffa così bassa.

Stesso discorso se il professionista chiedesse 150 euro.

Un prezzo troppo basso, sia per un prodotto che un servizio, viene spesso associato ad una qualità scadente. Devi spiegare bene perché tu puoi praticare quei prezzi.

Non ti basta dire ad esempio “noi importiamo direttamente dalla Cina”. Questo possono dirlo in tantissimi.

Prendiamo 2 medici chirurghi specialisti nello stesso settore. Il primo chiede 80 euro per la prima visita, il secondo ne chiede 250. Quale pensi sia più bravo?

Non è detto che sia il secondo, ma la percezione che avranno gli utenti sarà questa. Leggi l'articolo Quanto conta il prezzo.

Conosco molte persone over 60 che hanno acquistato per la prima volta uno smartphone. Hanno speso 150/200 euro perché erano convinte che per le loro poche esigenze non servisse spendere di più.

Risultato: dopo pochi mesi iniziano a lamentarsi perché hanno riempito la memoria con i tantissimi video dei nipotini che ricevono ogni giorno dai parenti, e non li vogliono cancellare.

vuoi saperne di più su come scrivere testi efficaci? Puoi leggere questo articolo.

Gianfranco Viasetti

Articolo pubblicato il 10/08/2020

 

Pagine utili

 

©2020 Studio Viasetti | Realizzazione siti web di successo | Posizionamento siti

zona operativa: milano - brescia - bergamo - verona - vicenza - padova - treviso - venezia - varese - torino - modena - bologna - parma - firenze - torino - livorno - pisa - napoli - roma - catania - lugano